Sorridente e subito veloce: la nuova vita di Marquez è davvero iniziata

Marc subito tra i più rapidi, con - soprattutto - un sorriso che lascia pochi dubbi: il "nuovo giocattolo" griffato Ducati ha già fatto breccia nel suo cuore

28 novembre

Sei giri cronometrati, un tempo già interessante e soprattutto un ghigno ricco di soddisfazione una volta rientrato ai box. Si potrebbe riassumere così l’inizio dell’avventura di Marc Marquez in sella alla GP23 del team Gresini, andato in scena stamattina in quel di Valencia.
 
Per gli amanti della precisione Marc è ufficialmente sceso in pista alle 11.13, attraversato le due ali di folla che lo attendevano con trepidazione. Il resto, a partire dal cartello esposto dal team italiano per il suo primo passaggio sul rettilineo – “Welcome to the family” – è divenuto rapidamente virale, anche grazie alla velocità che Marc ha subito espresso.

Marc già felice


 
Basti dire che al’inizio del sesto giro cronometro era già – al primo settore – sotto il riferimento della prima posizione, salvo poi chiudere il giro in terza piazza provvisoria, in 1’30”683. Un tempo che, per rendere l’idea, è solamente cinque decimi più lento rispetto al miglior crono della gara domenicale, firmato da Brad Binder.
 
Quello che più ha colpito però è stato il sorriso di Marc una volta tornato ai box: un sorriso che racchiudeva soddisfazione, gioia e soprattutto tanta carica. “Non devo frenare troppo aggressivo – le prime parole filtrate dal box Gresini grazie ai microfoni delle TV – né strafare. Ho fiducia, ma non so come sarà quando perderò il davanti. Rispetto alla Honda è meno faticosa, specie nei cambi di direzione”. Insomma a Marc il nuovo giocattolo piace, quindi ci sarà da divertirsi.

Dall'Igna: "Ducati non voleva Marquez. Le concessioni? Non le capisco"

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi